Cellulite: cos’è e come curarla

La cellulite è un fastidioso inestetismo tanto odiato dalle donne di tutto il mondo.. Colpisce circa l’85% delle donne a partire dai  20 anni e provoca disagio ed imbarazzo e spesso non si sa come uscirne fuori. Nella realtà oggi esistono numerosi trattamenti all’avanguardia che possono aiutarci a sbarazzarcene una volta per tutte. Nell’articolo odierno andremo a scoprire più da vicino cos’è la cellulite e come curarla con i migliori trattamenti. Buona lettura!

Cos’è la cellulite?

Essa è un tipo di lipodistrofia, cioè un difetto del tessuto adiposo che consiste in una sua distribuzione anomala.

Inizialmente si credeva che l’infiammazione portasse alla comparsa della cellulite, ma oggi è noto che il problema di fondo sono le alterazioni degenerative del tessuto sottocutaneo caratterizzate da gonfiore, fibrosi e sclerosi. Essa si manifesta in modo abbastanza caratteristico, creando irregolarità, pieghe, noduli, depressioni e ispessimenti comunemente indicati come buccia d’arancia visibile sotto la superficie della pelle .

La cellulite fa la sua comparsa nelle zone dove si accumula la maggior quantità di tessuto adiposo, ovvero: cosce, fianchi, natiche, addome, braccia e .ginocchia.

Nelle prime fasi dello sviluppo, potrebbe non essere visibile ad occhio nudo, ma nel tempo è visibile stando davanti a uno specchio.

Puoi trovare altri approfondimenti sulla cellulite andando a visitare questo utile sito.

Che aspetto ha la cellulite?

La cellulite è anche detta  buccia d’arancia, perché il suo aspetto le somiglia leggermente, soprattutto in termini di pori dilatati e gonfiore dell’epidermide. Il termine cellulite venne utilizzato a partire dagli anni 20. Diversi studiosi hanno infine concluso che le depressioni e i gonfiori irregolari sulla superficie della pelle sono simili alla struttura di un materasso.

L’effetto buccia d’arancia e l’effetto materasso appartengono al gruppo dei sintomi più o meno visibili della cellulite e si caratterizzano da:

  • pieghe, noduli, irregolarità della superficie cutanea;
  • tono della pelle irregolare, ad esempio sotto forma di macchie;
  • smagliature, cioè lesioni tigrate bianche o inizialmente rosate sulla zona cutanea.

Inoltre, le donne che soffrono di cellulite hanno anche tutta un’altra serie di sintomi che  vanno dal dolore al tatto e dolore lieve improvviso e transitorio, sensazione di pesantezza ed eccessiva tensione alle gambe, crampi agli arti inferiori, formicolio e intorpidimento, sensazione di bruciore e caldo nella zona interessata.

In alcuni casi si evidenziano anche gonfiori del tessuto sottocutaneo, capillari rotti, vene varicose o alterazioni trofiche della pelle, ad esempio indurimento del tessuto sottocutaneo.

Cause della cellulite

Le cause della cellulite possono essere molte e non sempre sono ben chiare.

Da un lato la formazione della buccia d’arancia è influenzata da fattori fisiologici, ma altrettanto importante è lo stile di vita che si segue.

Quando la cellulite è allo stato iniziale non è possibile notare cambiamenti, ma se la pelle viene osservata al microscopio possiamo notare un rallentamento del flusso nei vasi venosi e linfatici del tessuto sottocutaneo, che porta ad un ristagno di liquidi, aumento della permeabilità capillare e formazione di edemi. La pressione sui vasi sanguigni e linfatici interrompe l’afflusso di sangue e il corretto corso dei processi metabolici.

Ciò significa che i tessuti sono denutriti e poco ossigenati e i prodotti metabolici tossici non sono adeguatamente drenati. Si può anche osservare un aumento degli adipociti, cioè le cellule adipose.

L’intero processo porta ad una serie di problemi che si evidenziano con irregolarità, noduli, creste e fossette oltre alla perdita di elasticità della pelle.

Vediamo ora quali sono i principali fattori di rischio per la cellulite :

  • genere – le donne hanno maggiori probabilità di soffrire della malattia,
  • genetica: cambiamenti simili si osservano nelle donne della stessa famiglia,
  • razza e tipo biologico – la cellulite colpisce maggiormente le donne caucasiche, cioè nelle donne bianche,
  • disturbi ormonali di varia origine – e soprattutto eccesso di estrogeni con contemporanea carenza di progesterone ,
  • fluttuazioni ormonali nel periodo della menopausa ,
  • sovrappeso e obesità – che non sono la causa diretta della cellulite, ma ne rafforzano i sintomi,
  • dieta scorretta – con predominanza di grassi e carboidrati, eccesso di sale e carenza di liquidi,
  • disturbi della circolazione venosa e linfatica,
  • stile di vita sedentario e mancanza di qualsiasi attività fisica,
  • difetti di postura che portano a disfunzioni circolatorie,
  • abuso di alcol che stimola la lipogenesi (il processo di deposizione e accumulo di grasso nel tessuto sottocutaneo)
  • cambiamenti nel livello di prolattina o insulina,
  • l’uso di alcuni farmaci, inclusi beta-bloccanti, antistaminici o pillola anticoncezionale.

La comparsa della cellulite è causata principalmente da disturbi ormonali, del sistema circolatorio sotto l’influenza dei quali il corpo immagazzina grasso.

Combinando le varie cause del problema con le suddette statistiche, non è difficile intuire che la cellulite su cosce, glutei o addome capita a quasi tutte le donne in qualche fase della loro vita.

Come eliminare la cellulite

Esistono molti modi per affrontare la cellulite e di solito non si limitano ad un unico trattamento o rimedio.

La scelta del metodo di trattamento appropriato dipende principalmente dalle sue cause e dal grado di avanzamento del problema. La diagnosi più approfondita della cellulite può essere fatta da un angiologo, un medico specializzato nella prevenzione, cura e diagnosi delle malattie dei vasi sanguigni e linfatici.

Anche i medici estetici, dermatologi (anche online) e cosmetologi si occupano anche del trattamento della cellulite .

Partendo dalle basi, tra i tanti modi per combattere la buccia d’arancia questi sono i più comuni:

  • modificare le abitudini alimentari,
  • l’introdurre dell’attività fisica,
  • corretta cura del corpo,
  • vari trattamenti per la cellulite .

Così come nella fase iniziale della cellulite possono essere sufficienti i rimedi più semplici, la fase avanzata richiede una terapia più completa. È spesso un processo complesso, poiché il suo scopo è migliorare la microcircolazione, favorire l’eliminazione dei grassi e la rigenerazione della pelle.

I trattamenti anticellulite possono essere suddivisi in medici e cosmetici.

Le cure mediche sono eseguite da un medico e si distinguono tra loro:

  • mesoterapia con ago, che consiste nell’iniettare nella pelle principi attivi accuratamente selezionati,
  • lipolisi – un metodo laser non chirurgico,
  • liposuzione – cioè correzione chirurgica dei contorni del corpo,
  • carbossiterapia – utilizzando anidride carbonica, il cui compito è distruggere le cellule adipose, migliorare la microcircolazione, ossigenare le cellule ed eliminare le tossine.

I trattamenti cosmetici anticellulite , invece, possono essere effettuati da estetiste qualificate.

Fanno parte di questa categoria di trattamenti:

  • cellulogia (lipomassaggio), compresi i trattamenti endermologici,
  • ionoforesi (ionoferesi),
  • mesoterapia senza ago,
  • ultrasuoni,
  • pressoterapia,
  • terapia laser,
  • onde radio,
  • elettrostimolazione,
  • crioterapia,
  • varie tecniche di massaggio,
  • drenaggio linfatico,
  • bendaggi,
  • algoterapia – trattamento con l’uso di alghe.

Uno specialista può anche consigliare varie forme di cura della pelle, inclusi gel, lozioni, scrub, unguenti e creme anticellulite .

Non esiste un rimedio specifico che può cancellare definitivamente la cellulite.

Vi sono però in commercio preparati, principalmente miscele di erbe, anche sotto forma di compresse, che possono favorire la combustione dei grassi, eliminare i liquidi in eccesso dal corpo o migliorare la microcircolazione.

Insomma, per farla breve la cellulite è una vera e propria malattia e se si vuole eliminare è opportuno agire più fronti cominciando da un’alimentazione, equilibrata, uno stile di vita sano e dell’attività fisica costante. Alla prossima con 20Centesimi.it

 

 

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi