Dolori articolari: cause e rimedi

Il dolore articolare è una condizione comune che può derivare da traumi meccanici o infiammazioni: possiamo  distinguere infatti tra cause infiammatorie e non infiammatorie del dolore articolare. La condizione può scomparire dopo alcuni giorni, ma se è cronica, potrebbe essere un sintomo di una malattia. Molteplici sono le cause che determinano questo tipo di dolore. Nell’articolo di oggi andremo a scoprire cos’è il dolore articolare, quali sono le cause e i migliori rimedi. Pertanto non perderti nemmeno una riga di questo articolo. Buona lettura!

Che cos’è il dolore articolare?

Il dolore articolare, detto anche artralgia è una condizione che colpisce l’area articolare ed è causata, nella maggior parte dei casi, da anomalie nell’articolazione stessa o nelle sue strutture circostanti, come tendini, borse o legamenti. Di questo tipo di dolore possono soffrire sia le persone giovani, ma anche quelle meno giovani.

A volte i dolori articolari hanno una causa completamente diversa che non ha nulla a che fare con l’articolazione. Di solito, il dolore articolare si risolve da solo entro pochi giorni e non indica una condizione medica più grave.

Tuttavia, vale la pena ricordare che questo tipo di dolore può talvolta indicare varie malattie, come il lupus eritematoso sistemico o l’artrite reumatoide. Le persone in sovrappeso  e che trascorrono molto tempo nella stessa posizione sono particolarmente vulnerabili. Dovresti consultare immediatamente un medico se il dolore persiste.

Tipologie  di dolori articolari

Il dolore articolare si divide in due grandi tipologie:

  • infiammatorio (sono presenti gonfiore articolare, calore e arrossamento);
  • non infiammatorio (non è presente alcun gonfiore, arrossamento dell’articolazione e calore).

Inoltre, il dolore articolare può essere articolare singolo se ad essere coinvolta è una singola articolazione o poliarticolare se coinvolge cinque o più articolazioni. Questa categorizzazione avviene nell’artrite.

Dolori articolari – cause

Il dolore articolare di solito si concentra in punti specifici del nostro corpo, il che rende più facile fare una diagnosi e certamente restringe il campo di ricerca. Il dolore articolare può verificarsi se sono presenti:

  • malattie reumatiche sotto forma di artrite reumatoide , sclerodermia sistemica, spondilite anchilosante, sindrome di Sjogren e middot; lupus eritematoso sistemico , malattia di Still;
  • osteoartrite derivante dalla degenerazione della cartilagine articolare;
  • lesioni come distorsioni e similari ;
  • gotta ;
  • infezioni batteriche, ad esempio gonorrea , malattia di Lyme , o infezioni virali, ad esempio influenza ;
  • artrite psoriasica;
  • assunzione di determinati farmaci, ad esempio inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina, isoniazide, metildopa o ciclosporina;
  • cancro alle ossa o alla cartilagine;
  • malattie infiammatorie intestinali;
  • sovrappeso/obesità, che affatica anche le articolazioni e provoca dolore;
    eccessiva attività fisica, in particolare la corsa, che affatica l’articolazione del ginocchio.

Dolore articolare – sintomi

Con il termine disturbi articolari non si intende solo il dolore di una specifica articolazione, ma anche alle strutture circostanti (legamenti, tendini, borsa sinoviale). Oltre al dolore articolare, possono esserci poi gonfiore, arrossamento, mobilità ed efficienza ridotta di un determinato arto, ad esempio una mano.

Uno specialista dovrebbe essere contattato con urgenza se:

  • oltre al dolore articolare, sono comparsi arrossamento e gonfiore, e riscaldamento della zona;
  • Il dolore peggiora durante la notte e causa problemi di sonno;
  • vi sono anche altri sintomi sospetti;
  • il dolore è accompagnato da una mobilità articolare limitata;
  • si ha difficoltà a muoversi dopo il risveglio;
  • compaiono sintomi generali quali: calo ponderale, febbre, dolori muscolari, affaticamento generale.

Nell’alleviare i dolori articolari, vengono utilizzati, tra le altre cose, anche  preparati riscaldanti per uso esterno.  Su Amazon o sulle molteplici farmacie online, è possibile acquistare delle creme antidolorifiche al CBD con glucosamina e altri unguenti per muscoli e articolazioni . La glucosamina si trova anche negli integratori alimentari,  sotto forma di capsule o anche in comode bustine.

Come diagnosticare il dolore articolare?

Per stabilire la corretta diagnosi, è necessario rivolgersi ad uno specialista del settore che tramite un colloquio medico con il paziente valuterà le sue condizioni. Ecco le informazioni di cui in genere il medico ha bisogno: stabilire la durata della malattia, cause specifica del dolore articolare, c’è stato un infortunio o un sovraccarico, simmetria del dolore.

Inoltre è anche importante sapere quali articolazioni siano interessate, la natura del dolore e se vi sono anche altre sintomi come ad esempio perdita di peso, febbre o sudorazione eccessiva.
E’ anche necessario accertarsi  se il paziente soffra di altre malattie, ad esempio disturbi intestinali, malattie della tiroide, psoriasi e se ha una storia familiare di malattie articolari.

Il medico decide sempre in merito ai test eseguiti nella diagnosi del dolore articolare. Le informazioni raccolte (durante il colloquio medico) e i sintomi raccolti aiutano a fare un quadro più completo.

A volte è necessario eseguire una puntura articolare per raccogliere il liquido sinoviale per l’esame. Tra i test di imaging che vengono eseguiti di routine vi è: l’ecografia dell’articolazione interessata, esame a raggi X, risonanza magnetica e tomografia computerizzata.

Come ridurre il dolore articolare

Per curare il dolore articolare e scegliere la giusta metodologia è prima di tutto importante individuarne la causa.

I modi migliori per alleviare il dolore sono:

  • fare degli impacchi di ghiaccio che sono molto utili per alleviare il dolore. In farmacia o su Amazon è possibile reperire sia la borsa per il ghiaccio che speciali cuscinetti, adatti a tale scopo. Si consiglia di utilizzare la borsa del ghiaccio almeno due volte al giorno per avere dei buoni risultati;
  • limitare l’eccessiva attività dell’articolazione – è consigliato soprattutto quando il dolore è molto intenso, sia per prevenirne ulteriori danni; dopo aver alleviato il dolore, vale la pena dedicare del tempo a fare esercizi di rafforzamento articolare, preferibilmente con l’aiuto di un fisioterapista;
  • assunzione di antidolorifici o farmaci antinfiammatori – di solito vengono utilizzati i FANS; Questi farmaci possono essere utilizzati da soli per diversi giorni, ma non devono essere superate le dosi raccomandate. Se non si ha alcun miglioramento nonostante l’utilizzo di questi farmaci, è importante rivolgersi ad un ortopedico per una valutazione più precisa;
  • utilizzo di integratori che hanno un effetto benefico sulle articolazioni, ad esempio Acido Ialuronico, disponibile in varie formulazioni.

Inoltre , la terapia dell’acqua (idroterapia) funziona bene per molte persone con dolori articolari ; bagnoterapia ed esercizi di stretching. In caso di dolori articolari si consiglia il nuoto e la bicicletta, in quanto stimolano le articolazioni senza appesantirle. I dolori articolari causati da un infortunio vengono alleviati prima raffreddando i punti dolenti e poi riscaldandoli.

In ogni caso se i dolori persistono è sempre meglio evitare il fai da te e rivolgersi ad un medico per una valutazione più specifica del problema. Alla prossima con 20Centesimi.it

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi